Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

70 primavere per la Bond girl più amata

Ursula Andress, nel bikini che la rese famosa, al fianco dell'agente 007 interpretato da Sean Connery

(Keystone)

Il 19 marzo, l'attrice elvetica Ursula Andress, che nel 1962 vestì i panni di prima Bond girl della storia, ha compiuto 70 anni.

In suo onore, l'istituzione Presenza Svizzera organizzerà il prossimo mese di maggio una grande festa sull'acqua in Scozia, vicino ad Edimburgo.

Sono passati oltre 40 anni da quando, come una sirena, Ursula Andress emergeva dalle acque dell'oceano su una spiaggia magnifica vestita soltanto di un bikini bianco ed armata di pugnale. Interpretava Honey Ryder, la prima «James Bond girl» della storia al fianco di Sean Connery in «Agente 007: licenza di uccidere».

La scena, entrata nell'immaginario collettivo, ha contribuito a fare dell'attrice d'origine bernese un mito cinematografico a livello planetario e le ha aperto la via di una folgorante carriera.

Un party in suo onore

Dieter Borer, del settore Gestione progetti di Presenza Svizzera, l'organismo federale incaricato di promuovere la Confederazione elvetica all'estero, non esita a definire la Andress un'«istituzione nazionale».

Per i 70 anni dell'attrice organizzerà quindi un party in suo onore a bordo del «Britannia», uno sciccoso yacht appartenuto in passato alla famiglia reale inglese. La festa si terrà vicino ad Edimburgo il prossimo mese di maggio, in concomitanza con l'apertura del primo consolato generale in Scozia.

«Celebreremo il compleanno della nostra più grande star hollywoodiana. Non ce ne sono molte come lei», ha detto Borer a swissinfo. «Ursula Andress è stata per anni ambasciatrice dell'immagine della Svizzera all'estero. Vogliamo così rendere onore al lavoro di tutta una vita».

Da Berna ad Hollywood

Una vita cominciata nel 1936 a Ostermundigen, nella periferia della capitale federale Berna, dove ancora vive parte della sua famiglia.

«Ursula rende visita regolarmente a due sue sorelle che abitano nella Svizzera tedesca», rivela Claudio Righetti, manager dell'attrice.

Attualmente, l'ex Bond girl vive a Roma, dove a soli 16 anni «fugge» per seguire un amore giovanile e comincia a muovere i primi passi nel mondo del cinema. L'esordio davanti alla telecamera si tiene negli studi di Cinecittà come comparsa nel film «Le avventure di Giacomo Casanova».

La vera e propria svolta nella sua carriera avviene però nel 1955, quando da Hollywood riceve un'allettante proposta e, dopo aver firmato un contratto con la Columbia Pictures, decide di trasferirsi negli Stati Uniti.

Stella del cinema

L'inizio della sua avventura americana le riserva momenti difficili, a causa delle difficoltà nel comunicare in inglese. Sostenuta da Marlon Brando («L'unica persona con cui potevo parlare il francese», spiega l'attrice), riesce però col tempo a ritagliarsi uno spazio di rilievo nella Mecca del cinema.

Nel 1962 assurge agli onori della ribalta nel ruolo di prima (e a detta di molti la più amata) «Bond girl». Da allora cominciano a piovere i contratti.

Nel suo curriculum cinematografico non si fa mancare nulla. Gira film con i più affascinanti ed eclettici attori sulla scena, da Frank Sinatra a Dean Martin, fino ad Elvis Presley, Peter Sellers, Woody Allen, Jean-Paul Belmondo e come loro diventa una star cinematografica.

Amori da star...e per la Patria

Il suo mito non si è però costruito soltanto sulle sue prestazioni come attrice. Ursula Andress ha infatti per anni occupato le prime pagine della stampa scandalistica per i suoi amori con gli attori più amati dell'epoca. Nella tela del suo fascino sarebbero infatti caduti oltre a Brando e Belmondo, anche James Dean, Ryan O'Neal, Warren Beatty e John Derek, quest'ultimo divenuto poi nel 1957 il suo primo marito.

All'alba dei suoi 70 anni, Andress è rimasta una donna molto affascinante e i registi la sollecitano ancora per le loro pellicole.

Tornata da anni a vivere nella Città Eterna, non sembra ancora pronta ad abbandonare il patinato mondo del cinema, anche se ha dichiarato che ora «accetta solo offerte artistiche interessanti».

Come il ruolo della Madonna interpretato lo scorso anno nel lungometraggio «Die Vogelpredigt oder das Schreien der Mönche», del cineasta elvetico Clemens Klopfenstein, satira colorata e surreale. Una «svizzera d'esportazione doc» che non ha quindi dimenticato le sue origini e puntualmente rende loro onore.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Ursula Andress nasce il 19 marzo del 1936 a Ostermundigen, nel canton Berna.
Nel 1953 intraprende a Parigi degli studi di pittura, scultura e danza.
In seguito lavora come modella a Roma.
Nel 1955 ottiene il suo primo ruolo cinematografico nel film "Le avventure di Giacomo Casanova".
Nella sua carriera ha interpretato oltre 50 film.
Diventa mamma di Dimitri nel 1980.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza