Al Metropolitan Museum il tesoro della cattedrale di Basilea

Questo altare d'oro figura tra i pezzi esposti. Museo storico di Basilea

Il tesoro della cattedrale di Basilea sbarca a New York. Il Metropolitan Museum of Art ospita dal 28 febbraio al 27 maggio 75 preziosi oggetti che un tempo erano appartenuti alla cattedrale di Basilea. I pezzi sono giunti dalla Svizzera, ma anche da molti musei europei. La stessa esposizione potrà essere ammirata quest'estate nella città renana.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 marzo 2001 - 09:14

Il tesoro medievale della cattedrale di Basilea è il frutto di una raccolta durata quasi 500 anni. Gli oggetti più antichi risalgono all'inizio dell'undicesimo secolo e furono donati in occasione della riconsacrazione della restaurata cattedrale. La raccolta proseguì sino al 1529, quando la città renana adottò la riforma protestante.

Il tesoro è miracolosamente sopravvissuto a molti pericoli: al devastante terremoto del 1356, alla peste, alle guerre e alla riforma protestante. Ma, all'inizio del diciannovesimo secolo, con la nascita dei due semicantoni, il tesoro fu diviso e disperso. Adesso, oltre 75 preziosi oggetti sono stati riuniti nell'esposizione "The Treasury of Basel Cathedral", al Metropolitan Museum of Art a New York. La mostra è stata realizzata in collaborazione con il Museo storico di Basilea.

"La sopravvivenza di tesori come questo è estremamente rara" commenta Philippe de Montebello, direttore del Metropolitan Museum. Infatti, in passato molti oggetti sacri, spesso vasellame d'oro e d'argento, venivano fusi per recuperare i metalli preziosi. Il ricavato veniva utilizzato per finanziare mercenari o per acquistare provvigioni per le popolazioni affamate.

"E' con grande piacere che presentiamo per la prima volta negli Stati Uniti questi magnifici lavori d'arte che rappresentano una parte consistente del tesoro originale" ha affermato de Montebello. "Con questa esposizione il museo cerca di ricreare lo splendore del tesoro originale" precisa.

La mostra espone molti oggetti (croci, calici, ostensori, incensiere) d'oro e d'argento. Sono pezzi in stile tardo bizantino, romanico e gotico. Non mancano busti che rappresentano santi e reliquie. Molti oggetti sono tempestati di pietre preziose e di antiche gemme. Non mancano pezzi in cristallo di rocca, bronzo, rame o legno, come l'imponente porta che conservava il tesoro.

Circa 50 pezzi sono giunti dal Museo storico di Basilea. Gli altri appartengono a musei e collezioni che si trovano ad Amsterdam, Basilea, Berlino. Londra, New York, San Pietroburgo, Vienna e Zurigo. Sono esposti anche breviari, manoscritti, stampe e riproduzioni, circa 100 pezzi provenienti da Svizzera, Francia e Germania.

La mostra, accompagnata da un catalogo che rievoca la storia della cattedrale e quella del suo tesoro, resta aperta sino al 27 di maggio. In seguito, tutti i preziosi oggetti saranno trasferiti nella città renana dove potranno essere ammirati dal 13 luglio al 21 ottobre.

Anna Luisa Ferro Mäder, New York

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo