Alberto Calcagno nuovo direttore di Fastweb

L'affiliata italiana della società di telecomunicazioni svizzera Swisscom ha un nuovo direttore generale: Alberto Calcagno, 38 anni, prende in mano le redini dell'azienda con effetto immediato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 novembre 2010 - 08:54
swissinfo.ch e agenzie

Calcagno era responsabile operativo della società da quasi tre anni. Il 38enne subentra al presidente del consiglio d'amministrazione di Swisscom, Carsten Schloter.

Quest'ultimo aveva sostituito provvisoriamente Stefano Parisi, indagato nell'ambito della presunta vicenda di riciclaggio e di frode ai danni dell'erario italiano, che si era autosospeso in aprile.

Da notare però che nel suo comunicato diramato martedì, Swisscom non parla più di un'autosospensione, ma scrive che Parisi è stato "sospeso dal suo incarico".

Schloter continuerà a rimanere presidente del consiglio d'amministrazione di Fastweb.

Sull'arco dei primi nove mesi dell'anno, l'affiliata italiana di Swisscom ha registrato un giro d'affari di 1,4 miliardi di euro e i clienti sono progrediti di 107'000 unità a 1,71 milioni. L'utile prima della deduzione delle imposte e degli ammortamenti (EBITDA) è per contro calato del 15,6% a 341 milioni di euro, a causa in particolare dell'accantonamento di 70 milioni di euro effettuato in seguito alla procedura giudiziaria in corso.

Per quanto concerne Swisscom, il fatturato netto nei primi tre trimestri è progredito dello 0,6% a 8,89 miliardi di franchi, mentre il risultato d'esercizio (EBITDA) è sceso dell'1,3% a 3,55 miliardi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo