Navigation

Les Diablerets diventati il palco per un DJ francese

Il DJ Teho durante la sua performance a quasi 3000 metri di quota su Les Diablerets. KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 maggio 2021 - 17:50
(Keystone-ATS)

Il comprensorio turistico Glacier 3000, su Les Diablerets (VD/VS), è diventato il palco del DJ francese Teho, che vi ha registrato un pezzo di oltre otto minuti.

L'iniziativa, che ha ottenuto il pieno sostegno del gestore degli impianti di risalita, è di Cercle, un media e al contempo un marchio culturale francese che promuove autori di musica elettronica.

Il ricorso a luoghi spettacolari e/o insoliti fa parte della strategia. Il primo evento di questo tipo fu realizzato sulla Tour Eiffel con l'artista francese Møme, all'anagrafe Jérémy Souillart, nel 2016. Tra gli altri posti celebri scelti da Cercle vi sono state ad esempio le Piramidi di Giza, in Egitto. In Svizzera il media era già stato nel 2018 sullo Schilthorn, nell'Oberland bernese, col DJ Stephan Bodzin.

Il canale YouTube di Cercle conta oltre due milioni di abbonati. Dopo un'ora dalla sua pubblicazione, oggi alle 16.00, il video di Teho contava oltre 11'500 visualizzazioni.

"L'idea è di creare (con un film) una storia tra un artista, la sua musica e un luogo", spiega a Keystone-ATS Pol Souchier, responsabile della comunicazione presso Cercle. Il video con Teho era stato girato alla fine di aprile all'estremità di un ponte tibetano posto a quasi 3000 metri di quota nei pressi della stazione a monte (progettata dall'architetto ticinese Mario Botta) della principale funivia di Glacier 3000. "È surrealista suonare la mia musica in un posto come questo", rileva dal canto suo il DJ.

Glacier 3000 era già stato teatro di un'esperienza artistica unica lo scorso anno quando vi si sono esibiti quattro funamboli, tra cui Freddy Nock, che si è fatto conoscere dagli anni '90 per le sue gesta entrate nel Guinness dei primati. Per quest'anno "eravamo in contatto con diversi musicisti, la maggior parte dei quali DJ, che volevano esibirsi qui. Ma è stato scelto il progetto di Cercle", spiega Bernhard Tschannen, direttore della società Gstaad 3000 SA, gestore di Glacier 3000.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.