I soldi per i jet non sembrano bastare

Il Dipartimento federale della difesa dovrà con ogni probabilità ridimensionare i piani per il rinnovo dell'aviazione militare, stando a un rapporto citato dalla stampa

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2009 - 17:42

Secondo i calcoli iniziali, il credito di 2,2 miliardi di franchi avrebbe dovuto permettere l'acquisto di 33 nuovi jet: tale quantitativo è successivamente stato ridotto a 22 velivoli.

Ciononostante, un rapporto del Dipartimento federale della difesa – citato dalla SonntagsZeitung – indica che i finanziamenti disponibili non basteranno nemmeno a raggiungere quell'obiettivo. Nell'importo dovranno infatti essere inclusi i costi per l'acquisto di aerei PC-21, necessari per la formazione dei piloti.

Il domenicale riporta a questo proposito le dichiarazioni del consigliere nazionale Thomas Hurter, presidente della sottocommissione parlamentare che segue da vicino la vicenda: tutto lascia presagire che l'aeronautica militare – chiamata a sostituire l'ormai desueta flotta di 54 Tiger – potrà permettersi al massimo una dozzina di nuovi aerei da combattimento.

Il deputato ha spiegato all'Agenzia telegrafica svizzera che formulerà una richiesta in questo senso il 19 ottobre, alla seduta della Commissione di sicurezza del Consiglio nazionale: «Proporrò di acquistare inizialmente 8-12 aerei». Altri apparecchi potranno essere comprati nei prossimi cinque-dieci anni, ha precisato.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo