Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Manifestazioni pro e contro Israele in Svizzera

L'offensiva israeliana a Gaza ha nuovamente mobilitato gli svizzeri. Mentre i sostenitori d'Israele si riunivano a Berna, i simpatizzanti palestinesi manifestavano nelle strade di Ginevra.

Brandendo delle lenzuola "insanguinate" di vernice rossa a simbolizzare i 1200 morti palestinesi, un migliaio di manifestanti hanno sfilato sabato dal Palazzo delle Nazioni Unite verso il centro di Ginevra.

Di fronte alla sede dell'ONU in Svizzera, l'ex portavoce della moschea di Ginevra, Hafid Ouardiri, ha denunciato il «silenzio assordante» della comunità internazionale e ha proclamato il diritto dei palestinesi a resistere.

I manifestanti, tra i quali il consigliere nazionale vodese Josef Zisyadis, hanno intonato slogan come «Stop al massacro», «Viva la resistenza del popolo palestinese» o ancora «Sionisti, fascisti, siete voi i terroristi».

A Berna, l'azione di solidarietà con Israele ha riunito, secondo le fonti, tra le 500 e le 1500 persone sulla piazza della cattedrale. Entrambe le parti hanno commesso errori, Israele compreso, ha detto Vreni Müller-Hemmi, presidente dell'associazione Svizzera-Israele.

Sarebbe tuttavia imprudente assimilare Hamas al popolo palestinese, ha precisato l'ex deputata socialista.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×