Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Neve e sole per un turismo da primato

Complici le abbondanti nevicate e condizioni meteorologiche ideali, le località montane sono state prese d'assalto durante le feste di fine anno, preludio di una stagione da primato.

La crisi finanziaria internazionale non è riuscita a smorzare l'entusiasmo delle centinaia di migliaia di turisti svizzeri e stranieri che, durante le festività, hanno letteralmente invaso le principali stazioni invernali.

Nella rinomata cittadina di Gstaad, nell'Oberland bernese, per il periodo di fine anno è stato registrato il tutto esaurito. Durante le festività gli impianti di risalita hanno registrato una crescita del 9,8% rispetto all'anno precedente e del 40% nella prima settimana di gennaio. «Siamo davvero soddisfatti», ha detto il direttore del locale ente turistico Roger Seifritz, «anche perché questo è soltanto l'inizio della stagione invernale».

I turisti hanno preso d'assalto anche le stazioni di sci grigionesi, con una crescita delle risalite del 12%. A Crans Montana (Vallese) - tra il 20 dicembre e il 4 gennaio – le entrate sono state di 5,8 milioni di franchi, in crescita del 16%.

Come ogni anno, inoltre, le nevi svizzere hanno attirato numerosi vip provenienti da tutto il mondo. L'attore Hugh Grant e il cantante James Blunt hanno puntato su Verbier, così come la cineasta francese Etienne Chatiliez e il miliardario britannico Sir Richard Branson. Zermatt ha invece ospitato Phil Collins e Jon Lord, mentre Saint-Moritz ha accolto il principe di Monaco.

Secondo l'Istituto svizzero per lo studio della neve e delle valanghe di Davos, questo innevamento sopra la media dovrebbe perdurare viste le basse temperature previste. Nei giorni scorsi, la colonnina di mercurio ha toccato i -26,6 gradi a Samedan (Grigioni).


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×