Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera si mantiene al rialzo e acquista vigore con il passare delle ore: alle 15.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 6582,72 punti (+1,06% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,94% a 5888,27 punti.

In attesa dell'avvio degli scambi negli Usa le piazze europee hanno allungato dopo l'inversione di rotta dei future su Wall Street, che si sono portati in territorio positivo. Le borse sono favorite anche dagli indici della fiducia dei manager francesi e tedeschi, migliori delle attese. General Electric ha pubblicato risultati più solidi del previsto, mentre Bank of America è a sorpresa in perdita. Si è ora in attesa dei dati americani sul commercio al dettaglio e sull'inflazione.

Sul fronte interno non vi sono invece praticamente notizie di rilievo e le contrattazioni procedono nella calma. Buono è l'andamento dei bancari UBS (+2,04%), Credit Suisse (+2,85%) e Julius Bär (+2,09%), come pure degli assicurativi Swiss Re (+1,52%) e Zurich (+1,58%).

Fra i titoli più legati alla congiuntura dopo le perdite di ieri sono in ripresa ABB (+2,05%), favorita anche da General Electric, e Holcim (+1,47%). Anche Swatch (+1,52%) è in recupero, mentre fa più fatica Richemont (invariata). Stanno uscendo dalla letargia i difensivi Nestlé (+1,05), Novartis (+0,09%) e Roche (+0,43). Il titolo a progressione più forte è Actelion (+2,99%), l'unico in negativo Syngenta (-0,20%).

Nel mercato allargato Zehnder (+4,57%) ha pubblicato il dato sul fatturato 2010 e Gategroup (+1,20%) ha firmato un contratto di catering con una società spagnola.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS