Navigation

Cina: prezzi gonfiati, multe per Carrefour e Wal-Mart

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2011 - 17:14
(Keystone-ATS)

Alcuni grandi magazzini delle catene internazionali Carrefour (Francia) e Wal-Mart (Usa) sono stati multati dalle autorità cinesi per aver imbrogliato sui prezzi dei loro prodotti.

Lo afferma in un comunicato diffuso sul suo sito web la National Development and Reform Commission (Ndrc), che ha accusato i grandi magazzini di aver esagerato i prezzi di partenza per praticare falsi sconti e di aver fatto pagare ai clienti prezzi più alti di quelli dovuti.

In Cina si celebra la prossima settimana il nuovo anno lunare, e i negozi offrono spesso i loro prodotti in saldo. Secondo la Ndrc Carrefour e Wal-Mart hanno usato pratiche commerciali scorrette in città come Shanghai, Kunming. Chongqing, Shenyang e Harbin.

Le multe, precisa la commissione, hanno raggiunto i 500'000 yuan (72'000 franchi). Confermando le preoccupazioni per la crescita dell'inflazione, la commissione "ricorda e avverte tutti gli operatori commerciali di praticare l'autodisciplina e condurre i loro affari onestamente".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?