Navigation

Fastweb: giudice, sospetta operazione Scaglia con Swisscom

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2010 - 09:56
(Keystone-ATS)

ROMA - L'ex amministratore delegato di Fastweb, Silvio Scaglia, ha "dismesso 'prudentemente' il pacchetto di maggioranza in suo possesso a favore di Swisscom con una operazione sospetta per modalità e tempi di realizzazione": lo afferma il giudice delle indagini preliminari nell'ordinanza di custodia cautelare.
Secondo il giudice Aldo Morgigni, "Scaglia, infatti, dapprima vendeva un pacchetto consistente di azioni immediatamente dopo la pubblicazione delle notizie sulle indagini ad Unicredi Merchant Bank, e successivamente, malgrado un pubblico annunzio dell'amministratore delegato Stefano Parisi che il pacchetto di maggioranza era nelle mani di Scaglia e che questi non aveva intenzione di liberarsene, annunziava la vendita dell'intero pacchetto di maggioranza all'operatore telefonico svizzero Swisscom".
A carico di Scaglia sussistono "gravissimi indizi di colpevolezza", afferma il magistrato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.