Navigation

Il forsennato non è più sul tetto

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2011 - 11:59
(Keystone-ATS)

La polizia basilese ha messo fine alle follie del forsennato che da oltre 48 ore occupava il tetto di una casa, bersagliando di tegole e altri oggetti la strada sottostante. Agenti di una unità speciale sono riusciti a immobilizzarlo, prendendolo poi in consegna, riferiscono fonti di stampa sul posto.

"Non è più sul tetto dalle 10.40", ha confermato all'ATS un portavoce del Dipartimento della sicurezza di Basilea Città, aggiungendo che l'uomo è incolume ed è stato affidato ai sanitari.

Il 31enne svizzero, affetto da turbe psichiche secondo fonti di stampa, si era rifugiato sul tetto lunedì mattina verso 10 e si è in seguito rifiutato di scendere, reagendo in modo aggressivo ai tentativi di indurlo alla ragione. Quando si è provato a installare un materasso di salvataggio ai piedi dell'immobile si è messo a lanciare frammenti di tegole sugli agenti.

La circolazione, compresa quella dei tram delle linee 15 e 16, è rimasta bloccata sulla sottostante Bruderholzstrasse, nel quartiere di Gundelding, vicino alla stazione centrale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.