Navigation

Libia: continua mistero su sorte Saif

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2011 - 21:37
(Keystone-ATS)

A oltre 24 ore dalla morte del padre, continua il mistero che circonda la sorte dei Saif al Islam, il delfino del rais che nel giro di poche ore è stato dato per morto, catturato, ferito, nuovamente morto e catturato.

Ieri i siti arabi avevano dato Saif alla macchia e poi ucciso.

In mattinata oggi fonti militari del Cnt hanno parlato di fuga verso il Niger, nel sud ovest della Libia con un convoglio di tre blindati.

Poche ore dopo, nel primo pomeriggio, la tv panaraba al Arabiya ha diffuso la notizia che era stato catturato a sud di Zliten assicurando una prossima messa in onda di fotografie nelle quali il delfino del colonnello presenta ferite che vengono fasciate.

Da quel momento solo voci - alcune delle quali lo danno ancora libero - fino al tweet di un giornalista svedese, J. M. Sommarstrom, nel quale racconta che il portavoce del ministero della difesa, Ahmed Bani, ha detto che Saif al Islam ha perso un braccio ed è gravemente ferito. Nello stesso tweet si dice che un video su questa vicenda sarà presto messo in rete.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?