Navigation

Polemiche per fondatore Afd cacciato dall'università

Bernd Lucke parlava così nel 2013 a Berlino. KEYSTONE/AP/Michael Sohn sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2019 - 14:00
(Keystone-ATS)

Sta crescendo in Germania la polemica nata per la cacciata da un'aula dell'università di Amburgo del fondatore dell'Afd, il professore di economia Bernd Lucke, contestato dagli studenti e difeso oggi dal presidente del Parlamento tedesco, Wolfgang Schäuble.

Il fondatore di Alternative für Deutschland, un'economista della destra liberale anti-euro che ha lasciato il partito dopo 4 anni in disaccordo con la sterzata più a destra di Frauke Petry, è stato scortato dalla polizia, dopo che gli era stato impedito di tenere una lezione all'università di Amburgo per via di una contestazione studentesca, la settimana scorsa.

Nei giorni il dibattito è cresciuto sui media. Oggi è intervenuto l'ex ministro delle finanze Schäuble (Cdu) dalle pagine di Bild dicendo che "la libertà di parola viene limitata dal richiamo al politically correct quando un autoproclamato mainstream democratico decide cosa può essere discusso e cosa no". Le opinioni altrui vanno contestate in una discussione produttiva e orientata ai fatti, ha detto Schäuble. Lucke attualmente non si definisce un elettore dell'Afd.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.