Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera è una buona meta per chi è in cerca di soldi e carriera, ma anche per chi vuole un'elevata qualità di vita (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

Se uno straniero è in cerca di soldi e carriera farebbe bene a considerare la Svizzera tra le sue mete future.

Stando all'11esima edizione di uno studio della banca HSBC svolto tra 22'300 espatriati in 163 Paesi, la Confederazione offre infatti i salari più elevati e buone prospettive di carriera.

Il salario proposto a queste persone raggiunge in media i 202'865 dollari (202'516 franchi) l'anno, il più elevato al mondo, addirittura più che gli Stati Uniti e Hong Kong (rispettivamente 185'119 e 178'706 dollari).

Ma i soldi non sono tutto. Anche le opportunità di carriera rappresentano un argomento per fare le valige e trasferirsi da noi. È quanto ha assicurato il 35% delle persone sentite dallo studio. A ciò segue la qualità di vita, citata dal 32% e solo dopo la remunerazione (24%).

La situazione dei cittadini svizzeri che decidono di lasciare il Paese è meno buona in termini di remunerazione. Secondo HSBC, devono fare i conti con una flessione del salario del 6% in media. Tuttavia, gli espatriati con passaporto rosso crociato apprezzano l'esperienza all'estero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS