Navigation

Tunisia: esercito intercetta uomini armati

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2011 - 20:37
(Keystone-ATS)

Unità dell'esercito tunisino hanno ingaggiato oggi pomeriggio alcune sparatorie con un gruppo di terroristi, entrati dal territorio algerino a bordo di alcune vetture fuoristrada.

Secondo un comunicato del Ministero della Difesa, affidato alla agenzia di stampa tunisina (Tap) che ha avuto informazioni anche da fonti locali, gli individui armati sono entrati in Tunisia vicino a Bir Znigra, nel governatorato di Kébili.

Avuta notizia dello sconfinamento, unità dell'esercito hanno cominciato un vasto rastrellamento, anche con l'aiuto di elicotteri, entrando in contatto con il gruppo armato in una zona desertica di Bir Znigra. Ci sono state diverse sparatorie sul cui esito non ci sono ancora notizie.

Il Ministero della difesa, citato dall'agenzia stampa Afp, rende noto che un'unità dell'esercito tunisino ha intercettato il convoglio di sospetti terroristi e ha distrutto sette dei nove veicoli che ne facevano parte e che erano entrati dall'Algeria. L'elicottero è entrato in azione a Bir Znigra, in una zona desertica che si trova a circa 80 chilometri dalla frontiera con l'Algeria.

Non si sa se ci siano state vittime nella sparatoria. Resta da capire il motivo di un così profondo sconfinamento di elementi legati al terrorismo algerino in territorio tunisino, se si tratta cioè di uno sbaglio di rotta o se, invece, il convoglio sia entrato volontariamente in Tunisia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?