Navigation

Usa 2012: botta e risposta Obama-Perry sul clima

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2011 - 19:52
(Keystone-ATS)

Botta e risposta sull'ambiente tra il presidente Barack Obama e il candidato presidenziale repubblicano e governatore del Texas Rick Perry: "un governatore - ha detto il presidente - il cui Stato è in fiamme nega i cambiamenti climatici".

Parole a cui Perry ha reagito tramite il suo portavoce, Ray Sullivan, secondo cui "è scandaloso che il presidente Obama utilizzi la distruzione di 1.500 abitazioni negli incendi, i peggiori della storia dello Stato, per un attacco politico".

E questo, ha aggiunto il portavoce, "da un presidente la cui Nazione è in sofferenza finanziaria e la cui soluzione è di prendere più soldi dalle famiglie aumentando le tasse".

Il mese scorso Perry ha affermato di non credere al riscaldamento globale causato dall'uomo, sostenendo che si tratta di una teoria scientifica non dimostrata. "Quasi ogni settimana, o giorno - ha detto - vediamo scienziati che si fanno avanti e contestano l'originale idea che il riscaldamento globale provocato dall'uomo sta causando cambiamenti climatici".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?