Votazioni federali del 21 maggio: 3 svizzeri su 4 a favore degli accordi bilaterali tra Svizzera e Ue

Secondo il sondaggio effettuato ad inizio aprile dall'istituto GfS su un campione di 1243 elettori, il 72 percento degli intervistati voterà a favore degli accordi, il 15 percento contro, mentre il 13 percento è ancora indeciso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 aprile 2000 - 11:12

Con l'80 percento dei consensi i più entusiasti sono i romandi, gli svizzero tedeschi per il 'sì' sono il 72 percento, mentre in Ticino non si è ancora delineata una chiara maggioranza: il 49 percento si è detto favorevole mentre il 37 percento è contrario.

In tutti i partiti di governo vi è una maggioranza di simpatizzanti degli accordi tra Svizzera e Ue. All'interno dell'UDC il 48 percento intende votare a favore mentre i contrari rappresentano il 36 percento. I più entusiasti provengono dai ranghi dei radicali (87 percento contro 7), dei socialisti (86 percento contro 7) e dei PPD (80 contro 12 percento).

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo