Navigation

Catalogna: presentata legge su rottura da Spagna

Il primo ministro Mariano Rajoy KEYSTONE/EPA EFE/CHEMA MOYA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2017 - 13:11
(Keystone-ATS)

I partiti indipendentisti catalani, che hanno la maggioranza assoluta nel Parlament di Barcellona, hanno presentato la legge sulla 'disconnessione' dalla Spagna e la creazione di una "repubblica di Catalogna".

La "Legge di Transitorietà Giuridica e per la Fondazione della Repubblica" entrerà in applicazione se il 'si' vincerà al referendum annunciato per il primo ottobre nonostante il veto di Madrid e stabilirà il quadro giuridico nel periodo transitorio fino alla proclamazione della repubblica e all'approvazione di una costituzione catalana, ha indicato per i gruppi indipendentisti Lluis Corominas.

Una delle ipotesi è che sia sottoposta con procedura urgente al voto del Parlament di Barcellona il 7 settembre con la legge sul referendum.

Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha definito il referendum "illegale" e annunciato che lo impedirà "con ogni mezzo" a sua disposizione.

Si prevede che il governo di Madrid presenti un immediato ricorso contro le due leggi quando saranno formalmente sottoposte all'approvazione del Parlament davanti alla Corte costituzionale spagnola, che dovrebbe pure immediatamente bocciarle.

Ma il governo catalano ha fatto sapere che andrà comunque avanti sulla base della nuova 'legalità catalana' che sarà fra l'altro stabilita dalla 'Legge di Transitorietà Giuridica".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.