Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Adozione Sì all’adozione del figliastro per le coppie gay

Il Consiglio nazionale ha approvato lunedì la revisione del diritto d’adozione, che prevede la possibilità per le coppie omosessuali e i concubini di poter adottare i figli del partner.

La riforma ha ricevuto il sostegno di 115 deputati, 65 l’hanno invece respinta e 5 si sono astenuti. Secondo la maggioranza, i cambiamenti della società non vanno ignorati e la legge deve adeguarsi alle nuove forme di famiglia sempre più presenti. Un riconoscimento che mette al centro il bene del bambino.

Le nuove disposizioni contemplano anche un allentamento delle condizioni generali d'adozione

Il gruppo dell’Unione democratica di centro, nonché taluni esponenti del Partito popolare democratico e del Partito borghese democratico hanno tentato invano di affossare il progetto. "Questa revisione vuole principalmente ampliare il diritto all'adozione alle coppie omosessuali, il resto è soltanto contorno", ha criticato il consigliere nazionale Yves Nidegger (UDC/Ginevra). Il suo tentativo di impedire alle coppie dello stesso sesso di adottare i bambini di uno dei due partner è stato respinto con 127 voti contro 60 e 2 astenuti.

Dal canto suo, la ministra di giustizia Simonetta Sommaruga ha sottolineato come l'elemento centrale della riforma sia il benessere del bambino. Bisogna garantire il suo futuro anche se dovessero morire entrambi i suoi genitori biologici, ha precisato la consigliera federale.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo e tvsvizzera.it (TG del 30.05.2016)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza