Prospettive svizzere in 10 lingue

Elettricità: prezzo continuerà a salire nel 2024, Swissgrid

Forte aumento della bolletta per la corrente dall'anno prossimo. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats

(Keystone-ATS) Il prezzo dell’elettricità continuerà a salire nel 2024. Oltre all’aumento delle tariffe per la rete, il gestore della stessa, Swissgrid, addebiterà per la prima volta i costi delle riserve invernali. Questo costerà a un’economia domestica media 146 franchi.

Swissgrid si impegna costantemente per mantenere le tariffe per la rete di trasmissione più basse possibile. Tuttavia, esse dipendono in larga misura da fattori sui quali il gestore non ha alcun controllo. Tra questi, l’andamento dei mercati dell’elettricità e le norme giuridiche, spiega Swissgrid in un comunicato diramato stamani.

Le tariffe per le prestazioni di servizio generali relative al sistema e per le perdite di potenza attiva subiranno un forte aumento; quelle per l’utilizzazione della rete e l’energia reattiva rimangono invece allo stesso livello.

Un’economia domestica con un consumo annuo di 4500 kWh pagherà 92 franchi per i servizi di Swissgrid nel 2024, contro 70 quest’anno. Questo importo corrisponde al 7% circa dei costi annuali complessivi della corrente elettrica per l’economia domestica. Per un’azienda con un consumo annuo di 90’000 kWh, questo importo ammonterà a 1840 franchi.

Anche la tariffa per le prestazioni di servizio generali relative al sistema aumenterà significativamente a 0,75 centesimi per chilowattora (quest’anno: 0,46 centesimi). A causa dei prezzi attesi sui mercati europei dell’elettricità, Swissgrid prevede costi di approvvigionamento nettamente più elevati per la potenza di regolazione di riserva.

Il gestore deve inoltre ridurre una sottocopertura, anch’essa in gran parte dovuta al forte aumento dei prezzi del mercato dell’elettricità. Le tariffe per il 2023 sono state comunicate a marzo 2022. In quel momento, i grandi aumenti dei prezzi sui mercati dell’elettricità non erano ancora prevedibili.

Pure la tariffa per le perdite di potenza attiva aumenterà significativamente di 0,34 centesimi per chilowattora rispetto all’anno in corso (2023: 0,30 centesimi). La ragione di ciò è anche il forte aumento dei costi di approvvigionamento previsti in un ambiente di mercato con prezzi elevati.

Nel 2024, i consumatori dovranno pagare anche i costi delle riserve di energia elettrica della Confederazione. Quest’ultima ha adottato numerose misure per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento (ad esempio, la riserva di energia idroelettrica, le centrali elettriche di riserva e i gruppi elettrogeni di emergenza). La Confederazione ha deciso che questi costi saranno addebitati da Swissgrid.

La Società nazionale di rete contabilizzerà tali costi, che non ha generato, su una tariffa separata “Riserva di energia elettrica”, che ammonta a 1,20 centesimi per chilowattora. Per un’economia domestica media con un consumo di 4500 kWh, ciò significa un onere finanziario aggiuntivo di 54 franchi per il 2024 e di 1080 franchi per un’azienda con un consumo di 90’000 kWh.

Stando al consigliere nazionale Roger Nordmann (PS/VD), esperto in materia e capogruppo socialista alle Camere federali, le tariffe Swissgrid sono solo una componente minore del prezzo totale dell’energia pagato dal consumatore, che sarà determinato caso per caso, a seconda della situazione di acquisto delle singole aziende, sapendo che l’aumento dei prezzi dell’energia è già stato in gran parte trasferito.

Inoltre, per gli anni successivi al 2024, i consumatori possono aspettarsi che un fattore importante dell’aumento delle tariffe di Swissgrid venga meno, il che dovrebbe far scendere nuovamente la bolletta, ha aggiunto interrogato dall’agenzia Keystone-ATS Nordmann. Il Consiglio nazionale ha deciso – gli Stati devono ancora esprimersi – che le grandi aziende idroelettriche dovranno in futuro mantenere una riserva “gratuita”, ovvero senza costi per i consumatori.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR