Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Martin Heller: "L'Expo? Una decontrazione nazionale"

Martin Heller, direttore artistico, è convinto che Expo.02 lascerà un segno nel modo con cui gli svizzeri guardano al loro paese.

Specchio di una nuova Svizzera?

"Nuova Svizzera è una parola grossa. Ho sempre voluto che l'Expo mettesse in scena per qualche tempo una realtà leggermente modificata. Un'esposizione nazionale ha la possibilità di rappresentare una Svizzera amichevole e interessante. Può mostrare la varietà culturale e renderla percettibile. Ma poi torna la quotidianità. Quanto dell'Expo si ritroverà nella quotidianità, nessuno può dirlo ora."

Che cosa resterà dell'Expo

"Una buona parte degli effetti dell'esposizione si vedranno solo a posteriori. Così è accaduto anche in passato. Ma Expo.02 ha buone possibilità di rappresentare un momento di decontrazione nazionale. Chi ci ha lavorato ha raggiunto una sorta di fluidificazione di concetti difficili e pesanti, come quelli di patria e di nazione."

"È stata una scelta giusta, quella di affrontare il concetto di nazione senza pathos, senza retorica ultranazionalista, proprio in un'epoca di globalizzazione galoppante. Abbiamo scelto di parlare del paese in cui viviamo, con leggerezza. Questo avrà un effetto, ne sono sicuro."

Intervista: Hansjörg Bolliger, swissinfo (traduzione di Andrea Tognina, swissinfo)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.