Navigation

"È giunta l'ora di proibire i jet privati"

Nessuna misura immediata che penalizzerebbe così poche persone può ridurre le emissioni di gas a effetto serra come il divieto dei jet privati, sostiene Mario Huber.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2020 - 14:00

Per molto tempo i jet privati sono stati considerati degli status symbol di ricchezza e successo. Ma ultimamente sono emerse, a giusto titolo, anche storie che ne evidenziano l'impatto ambientale. Nient'altro brucia così tanto carburante fossile per l'uso esclusivo di una manciata di persone, inquinando in questo modo l'aria e contribuendo al cambiamento climatico. Perché la società continua a permetterne l'esistenza nonostante la loro discutibile utilità?

"Viaggiare con i jet privati genera emissioni di CO2 fino a 10 volte superiori rispetto ai voli in classe economica"

End of insertion

I divieti sono impopolari. Eppure, il Partito laburista britannico ha deciso di considerare la possibilità di vietare i jet privati alimentati a carburanti fossili entro il 2025. L'annuncioLink esterno è stato fatto all'inizio di novembre, quando era appena iniziata la campagna elettorale per le elezioni del 12 dicembre. Un paio di settimane dopo, il ramo svizzero del gruppo di attivisti ambientali Extinction Rebellion ha bloccatoLink esterno il terminal dei jet privati dell'aeroporto di Ginevra, denunciando l'assurdità di questo mezzo di trasporto. Lo stesso giorno, la sezione giovanile del Partito ecologista svizzero ha deciso all'unanimità di includere tra le sue richieste il divieto dei jet privati.

Contenuto esterno

Meno emissioni

Gli aerei emettonoLink esterno diossido di carbonio, ossidi di azoto e vapore acqueo ad alta quota, aumentando così l'effetto serra responsabile del cambiamento climatico.

Certo, l'aviazione è all'origine di una piccola parte delle emissioni globali di gas serra - sebbene il suo impatto venga solitamente sottovalutato da cifre che considerano solamente il CO2 - e i jet privati rappresentano solo una frazione del settore complessivo dell'aviazione. Tuttavia, le 20 milioni di tonnellate di anidride carbonica emesse dai jet privati nel 2015 - circa lo 0,1% del totale, tendenza in aumento - e tutte le altre sostanze che triplicanoLink esterno l'impatto climatico dell'aviazione, non sono trascurabili.

Viaggiare con i jet privati genera emissioni di CO2Link esterno fino a 10 volte superiori rispetto ai voli in classe economica e 150 volte superiori rispetto ai treni ad alta velocità. Tenere i jet a terra e trasportare i passeggeri con voli commerciali ridurrebbe le emissioni. Inoltre, con meno comfort e meno facilità di accedere all'aereo, gli ex utenti di jet privati volerebbero probabilmente un po' meno spesso. In effetti, per i super ricchi, i deterrenti non monetari sono più efficaciLink esterno delle sanzioni forfettarie.

Per l'élite

Ma soprattutto, a differenza del cibo o dei sistemi di riscaldamento, nessuno ha realmente bisogno dei jet privati. Solo una piccola parte dell'élite globale può usarli. La quota di umanità che ne gode è di un fattore cento inferiore alla quota delle emissioni che generano.

Persino questo piccolo gruppo si troverebbe ad affrontare conseguenze materiali limitate. I jet privati offrono una flessibilità di pianificazione, più privacy e la possibilità di evitare gli aeroporti affollati utilizzati da persone meno abbienti. Ma un divieto non ridurrebbe sostanzialmente la mobilità. A differenza del passaggio a viaggi via terra o via mare, la scelta di volare in prima classe su un aereo di linea commerciale non aumenta di molto i tempi di percorrenza.

Gli utenti dei jet privati sono quelli che volano di più e che probabilmente hanno tratto vantaggio dalla crescita economica globale del passato, la quale è responsabile del cambiamento climatico. Quindi, chiedere loro di fare un sacrificio maggiore per mitigare il cambiamento climatico rispetto a gente con meno possibilità, è una questione non solo di praticità, ma anche di etica e di giustizia climatica.

Mandare un messaggio

In ultima analisi, il messaggio che manderebbe un divieto dei jet privati avrebbe ripercussioni più ampie delle sue immediate conseguenze.

Mario Leandros Huber

Mario Leandros Huber ha studiato matematica, scienze sociali ed economia e ha lavorato per il governo svizzero e le ONG. È all'origine dell'iniziativa BanPrivateJets.org, il cui scopo è discutere di come limitare i voli in modo socialmente accettabile.

End of insertion

Sono passati decenni senza che ci siano state misure di mitigazione del cambiamento climatico davvero significative. Gli scioperi per il clima del 2019 hanno dato slancio alla questione; tuttavia, molte persone - dentro e fuori la politica o la scienza - non si rendono ancora contoLink esterno della gravità del cambiamento climatico. I mass media possono continuare a pubblicare previsioni catastrofiche basate sulle conoscenze attuali della scienza e ciò non cambierebbe le cose. Le azioni concrete impressionano le persone più di quanto facciano le spiegazioni o le dichiarazioni d'intenti.

Il divieto sarebbe la prova che anche le persone più potenti e ricche sono costrette a partecipare alla mitigazione del cambiamento climatico. Il divieto sarebbe la prova immediata dell'importanza fondamentale di intraprendere azioni rapide e concrete nei confronti dei carburanti fossili. Renderebbe le politiche climatiche di più ampia portata più legittime e socialmente accettabili.

Attuare un divieto

Come sempre, il governo dovrebbe definire i dettagli, come la distinzione tra gli aerei non commerciali che forniscono servizi di interesse pubblico e i jet di lusso.

A dipendere dai jet privati è anche un piccolo numero di posti di lavoro, ma questo non dovrebbe essere una grande preoccupazione poiché l'azione in favore del clima comporta la scomparsa di molti rami industriali e l'apparizione di nuove imprese sostenibili. I governi hanno bisogno di politiche per gestire i lavoratori toccati da queste transizioni. Inoltre, questi lavoratori sono generalmente altamente qualificati e potrebbero facilmente rimanere nel campo dell'aviazione o passare ad altri settori tecnicamente esigenti.

Quindi, che cosa si fa? La peculiarità del divieto dei jet privati è che esso sembra radicale quando invece è solo razionale. La strada da seguire è quella di parlare con conoscenti, politici locali e altre persone con potere decisionale per discutere dell'azione climatica e del perché è giunta l'ora di vietare i jet privati.

Contenuto esterno

Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore. Non si tratta di una presa di posizione di swissinfo.ch.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.