Navigation

Appello di Snowden a Macron, "concedetemi asilo"

La gola profonda del Datagate vorrebbe trovare rifugio in Francia. KEYSTONE/EPA THE GUARDIAN/GLENN GREENWALD / LAURA POITRAS / sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2019 - 12:45
(Keystone-ATS)

"Ho chiesto l'asilo in Francia nel 2013, ai tempi del presidente Francois Hollande. Chiaramente, mi piacerebbe molto che il signor Macron mi concedesse il diritto d'asilo": lo ha detto Edward Snowden, intervistato questa mattina da radio France Inter.

Intanto, l'europarlamentare della République En Marche e fedelissima del presidente Emmanuel Macron, Nathalie Loiseau, si dice favorevole ad accogliere in Francia Snowden, che rivelò pubblicamente dettagli di diversi programmi top-secret di sorveglianza di massa del governo statunitense e britannico.

Per lei, Snowden - che si trova attualmente rifugiato in Russia - ha "reso un servizio all'umanità". Loiseau ha tuttavia precisato che sulla questione dovrà eventualmente esprimersi l'Ufficio francese per la protezione dei rifugiati (Ofpra), un'agenzia "totalmente indipendente".S

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.