Navigation

ex ministro austriaco accusato di corruzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2012 - 19:38
(Keystone-ATS)

È accusato di corruzione l'ex ministro dell'Interno austriaco ed ex capo delegazione del Partito del popolo austriaco (Oevp) al parlamento europeo, Ernst Strasser.

Secondo la procura anti-corruzione di Vienna, che ha chiesto il rinvio a giudizio, Strasser sarebbe cascato in una trappola di due giornalisti, finti lobbisti. A loro avrebbe chiesto 100.000 euro in cambio di interventi sulla legislazione europea. Il politico rischia fino a dieci anni di carcere.

Strasser si è sempre dichiarato innocente, sostenendo di essere stato al gioco dei giornalisti-lobbisti per scoprire la loro vera identità. L'inchiesta è durata 15 mesi e ha riguardato cinque Stati. Una perquisizione è stata addirittura effettuata al parlamento europeo.

I legale dell'ex ministro stanno valutando se presentare ricorso contro il capo d'imputazione di 45 pagine, cosa che farebbe slittare il processo al 2013. Prosegue intanto l'inchiesta dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf), che riguarda anche altri eurodeputati

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?