Navigation

FFS: consegnata petizione con 7500 firme contro calo salari minimi

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2010 - 11:46
(Keystone-ATS)

BERNA - Una petizione firmata da 7500 impiegati delle FFS è stata consegnata stamattina alla sede centrale dell'azienda a Berna. Promosso dal Sindacato del personale dei trasporti (SEV), il testo contesta il nuovo sistema salariale e in particolare l'abbassamento dei salari minimi e di quelli iniziali.
La petizione è stata ritirata dal capo del personale delle ferrovie in persona. Erano presenti un centinaio di lavoratori provenienti da tutta la Svizzera, ha affermato all'ATS il portavoce del SEV Peter Moor.
Da parte sua, il portavoce delle FFS Christian Ginsig, contattato dall'ATS, ha detto che le FFS vogliono un "moderno sistema salariale" che tenga conto delle esigenze, del mercato e delle prestazioni. Le trattative sul nuovo contratto collettivo di lavoro proseguono.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?