Navigation

FMI, ripresa procede ma fragile e disomogenea

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2010 - 21:40
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - I paesi membri del Fondo Monetario Internazionale incitano l'istituto ad "approfondire il proprio lavoro" in materia di squilibri dell'economia mondiale, in particolare di quelli dei tassi di cambio, senza tuttavia essersi accordati su misure concrete.
"Anche se il sistema monetario internazionale si è mostrato resistente, delle tensioni e delle vulnerabilità derivano dall'ampliamento degli squilibri mondiali, dalla volatilità persistente dei flussi dei capitali, dalle fluttuazioni dei tassi di cambio e dalle questioni relative all'offerta e all'accumulazione di riserve" si legge nel comunicati dell'Imfc.
"Sapendo che questi problemi sono di importanza critica per il funzionamento dell'economia mondiale e la stabilità del sistema monetario internazionale - si legge ancora - chiediamo al Fondo di approfondire il proprio lavoro in questi campi, anche attraverso studi dettagliati per contribuire ad accrescere l'efficacia delle politiche per gestire i flussi di capitali".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.