Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un agente di sicurezza dell'Università di Friburgo è stato condannato oggi a 360 aliquote giornaliere con la sospensione condizionale per due anni per aver prelevato nel 2005 quasi 80'000 franchi dagli apparecchi impiegati dagli studenti per ricaricare le loro "campus-card".

Oltre a dover rimborsare all'ateneo la somma sottratta, l'imputato di 45 anni è stato condannato ad assumere le spese giudiziarie dell'università, per un importo di quasi 25'000 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS