Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è indagato a Milano per la vicenda Ruby per i reati di concussione e prostituzione minorile.
Il premier avrebbe avuto rapporti sessuali con la giovane dal febbraio al maggio 2010, ad Arcore, afferma una nota della procura della Repubblica di Milano, che ha notificato oggi a Berlusconi un invito a comparire.
Berlusconi avrebbe commesso il reato di concussione tra il 27 e il 28 maggio 2010, cioè la notte in cui la ragazza marocchina venne portata in questura e durante la quale il presidente del Consiglio - prosegue la nota - telefonò per interessarsi del caso ed ottenere l'affido della ragazza al consigliere regionale Nicole Minetti.
Quest'ultima è indagata per violazione della legge Merlin sulla prostituzione e per aver indotto alla prostituzione Ruby. Oltre a Berlusconi e la Minetti sono indagati sono anche Lele Mora ed Emilio Fede, nell'inchiesta della procura di Milano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS