Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di ricercatori della Florida dell'Istituto farmacologico Scripps hanno messo a punto il primo composto chimico in grado di avere una efficacia significativa nel proteggere le cellule del cervello dalla progressione della malattia di Parkinson.

Sebbene le ricerche siano state condotte ancora su animali di laboratorio, spiegano gli scienziati sulla rivista Chemical Neuroscience, l'efficacia della molecola unita al fatto che potrebbe essere assunta per bocca, rafforza la speranza di un suo utilizzo futuro nella terapia del Parkinson.

Secondo il coordinatore della ricerca, il farmacologo Philip LoGrasso, il composto chiamato per ora con la sigla SR-3306, "apre la migliore opportunità conosciuta per dare una terapia neuroprotettiva".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS