Navigation

Pakistan: lascia capo Cia a Islamabad, scoperto e minacciato

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 dicembre 2010 - 09:30
(Keystone-ATS)

ISLAMABAD - Il capo della Cia in Pakistan, Jonathan Banks, avrebbe lasciato venerdì il suo incarico dopo che il suo nome era apparso nella denuncia di un cittadino pachistano che lo aveva denunciato per la morte, in un attacco di droni, di suoi parenti in Waziristan settentrionale. Lo riferisce oggi Samaa Tv.
La sua sicurezza era ormai in pericolo non solo perchè la sua identità era venuta alla luce, ha indicato l'emittente, ma anche perchè Banks aveva ricevuto minacce dirette da militanti fondamentalisti.
La denuncia presentata dal giornalista Karim Khan riguarda un attacco di un aereo senza pilota nel dicembre dell'anno scorso e coinvolge nella responsabilità non solo Banks, ma anche il capo della Cia, Leon Panetta, ed il capo del pentagono, Roberts Gates.
In essa, precisa infine Samaa tv, si chiede anche un indennizzo di 500 milioni di rupie pachistane (4,4 milioni di euro) per "la morte provocata di varie persone innocenti".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?