Navigation

Spese manutenzione: in 8 casi su 10 inquilini pagano senza motivo

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2011 - 10:40
(Keystone-ATS)

In otto casi su dieci gli inquilini pagano riparazioni nei loro appartamenti che dovrebbero essere a carico dei proprietari. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dal sito di confronto in internet Comparis.ch.

Secondo le regole in vigore, gli inquilini devono limitarsi a pagare solo le spese definite "di piccola manutenzione" che non oltrepassano i 150-200 franchi, ha indicato oggi Comparis. In questa categoria, sono contemplate la sostituzione di guarnizioni o la stuccatura di buchi nel muro quando si cambia appartamento.

Al di là di questo prezzo, il proprietario dovrebbe farsi carico del pagamento della fattura, in particolare quando i lavori di riparazione sono stati realizzati da uno specialista. Tuttavia nell'80% dei casi, gli inquilini si assumono questi costi per evitare controversie con il loro proprietario, o semplicemente perché ignorano cosa si intende per "piccola manutenzione".

Comparis ha pubblicato i risultati del sondaggio - realizzato tra il 14 e il 21 marzo su un campione di 868 persone di tutta la Svizzera - alla vigilia del primo aprile, data nella quale spesso avvengono i traslochi e si rendono necessarie riparazioni e migliorie negli appartamenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?