Navigation

Thailandia: attentato nel sud musulmano, 6 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2011 - 14:31
(Keystone-ATS)

Sei civili sono morti oggi in un attacco esplosivo nell'estremo sud della Thailandia a maggioranza musulmana, dove dal 2004 è in corso una lotta separatista che ha causato quasi 5 mila morti.

L'agguato di oggi è avvenuto nel distretto di Rangae, nella provincia di Narathiwat. Un veicolo su cui viaggiavano sette residenti di un villaggio della zona è saltato su un ordigno collocato al margine della strada, uccidendo sei passeggeri e ferendone un altro.

Le province di Narathiwat, Pattani e Yala - abitate in maggioranza da una popolazione di etnia e lingua malay - facevano parte di un sultanato annesso alla Thailandia (buddista al 95 per cento) a inizio Novecento. Nonostante una massiccia presenza militare nella regione, l'esercito thailandese non riesce a venire a capo di un movimento ribelle sgusciante, senza volti riconosciuti nè rivendicazioni pubbliche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?