Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Quarantadue milioni di dollari vinti alla slot machine. Una fortuna che cambia la vita, il sogno di tutti, giocatori e non, diventato per una volta realtà... ma solo per alcuni drammatici minuti, prima di svanire di nuovo nel nulla. È la brutta storia di Louise Chavez, una signora di mezza età di Denver un po' sovrappeso, patita del gioco, che ha creduto di aver sbancato il casinò di Fortune Valley a Central City, in Colorado.
La sua macchinetta infernale in effetti ha cominciato a suonare impazzita e sputare monete. La donna, allora, s'è affrettata a raccoglierle nella borsa, sconvolta da cosa le stava capitando. Una montagna di denaro per tutti quei 42 milioni, tanto più per una donna che guadagna 12'000 dollari l'anno, lavorando come badante.
Ma l'incantesimo è durato pochissimo. Come una doccia fredda gli impiagati del Casinò le hanno subito comunicato che la vincita non era valida perché causata da un cattivo funzionamento della slot machine. Così addio caviale e champagne.
"È la prima volta in quindici anni di attività - giurano i gestori della casa da gioco - che ci capita un problema del genere. Siamo molto dispiaciuti". E ci mancherebbe altro. Alla fine, alla sfortunata milionaria mancata, il casinò le ha offerto tre pasti e una notte in albergo. Magra ricompensa per chi pensava di aver cambiato vita per sempre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS