Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

UST: nel 2016 lavoro non remunerato per 408 miliardi di franchi, principalmente attribuibile al lavoro domestico (293 miliardi di franchi, il 72% del totale). Foto d'archivio.

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Nel 2016 in Svizzera sono state fornite 9,2 miliardi di ore di lavoro non remunerato, per un valore complessivo di 408 miliardi di franchi.

Lo indica oggi l'Ufficio federale di statistica (UST), precisando che il tempo impiegato in queste attività è superiore a quello dedicato al lavoro retribuito.

Per quanto riguarda l'impiego remunerato, la popolazione residente permanente di almeno 15 anni ha lavorato per un totale di 7,9 miliardi di ore nel 2016. In questo caso, la quota degli uomini rappresenta il 61,6%, indicano le cifre del "conto satellite della produzione delle economie domestiche" calcolate dall'UST. Le donne svolgono invece il 61,3% del volume di lavoro senza retribuzione.

I lavori domestici, esclusi i compiti di assistenza, si elevano a 7,1 miliardi di ore, ovvero il 77,1% del volume totale delle attività non remunerate. Il 16%, 1,5 miliardi di ore annue, è dedicato all'assistenza di bambini e adulti nella propria economia domestica. Il volontariato rappresenta invece il 7% del volume globale con 660 milioni di ore.

Per stabilire il valore delle attività non remunerate, l'UST calcola quanto le economie domestiche dovrebbero pagare una persona assunta a prezzi di mercato per svolgere il lavoro.

Il valore complessivo, che ammonta a 408 miliardi di franchi per il 2016, è principalmente attribuibile al lavoro domestico (293 miliardi di franchi, il 72% del totale), alle attività di assistenza (81 miliardi di franchi, 20%) e al volontariato (34 miliardi di franchi, 8%). Le donne, indicano le cifre dell'UST, dedicano 28 ore a settimana alla casa e al lavoro familiare, mentre gli uomini circa 18 ore settimanali.

Lo scorso martedì, la Croce Rossa Svizzera (CRS) ha indicato che nel 2016 circa 61'000 volontari hanno fornito in totale 2,93 milioni di ore al servizio di persone in difficoltà per la CRS. Sulla base di una tariffa oraria di 30 franchi, la remunerazione di questo lavoro sarebbe di 87 milioni di franchi.

L'obiettivo del "conto satellite della produzione delle economie domestiche" è di stabilire un collegamento tra il lavoro non remunerato e i conti economici nazionali (CN). Il valore aggiunto lordo delle economie domestiche nel 2016 rappresenta almeno il 41% dei CN, nei quali è inclusa anche la produzione delle economie domestiche, rileva l'UST.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS