Navigation

Il festival di Montreux batte davvero a ritmo di jazz?

Il Festival di Montreux è ancora la culla del jazz? Keystone

Il Montreux Jazz Festival rompe le barriere tra stile e generazioni per la sua 51esima edizione, che dal 30 giugno al 15 luglio 2017 vedrà sfilare sul palco nomi come Grace Jones, Pet Shop Boys, Bryan Ferry e Tom Jones. Musica pop, rock, soul… Montreux è ancora la culla del jazz? swissinfo.ch ha analizzato lo stile musicale dei 175 artisti in programma.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2017 - 14:00
swissinfo.ch

Lanciato nel 1967, il festival di MontreuxLink esterno era all’origine un appuntamento dedicato esclusivamente alla musica jazz. Negli anni Settanta, però, il suo fondatore Claude Nobs cominciò ad ampliare gli orizzonti, includendo tra gli invitati musicisti blues, soul e rock. Erano gli anni di Led Zeppelin, Pink Floyd, Frank Zappa e naturalmente Deep Purple con “Smoke on the Water”.

Oggi a Montreux arrivano artisti di ogni corrente musicale. Al punto che alcuni ritengono che l’appellativo “jazz” festival” non abbia più la sua ragione d’essere. swissinfo.ch ha passato in rassegna lo stile degli artisti invitati alla 51edizione. 

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.