Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Clariant cancella 500 impieghi

La società chimica basilese ha comunicato martedì la decisione di sopprimere 500 posti, 400 dei quali in Svizzera. Nel 2009, l'esercizio si è chiuso con una perdita netta di 194 milioni di franchi.

In particolare, Clariant ha deciso di trasferire la produzione di coloranti e altre specialità per il settore tessile da Muttenz (canton Basilea) in Asia e quella di componenti chimici per l'industria della carta a Prat, in Spagna. Inoltre, sarà in parte chiusa la produzione in Brasile e cesserà completamente quella nella sede indiana di Thane. I provvedimenti verranno concretizzati tra il 2011 e il 2013.

Per Clariant, la decisione è legata all'impatto della recessione economica sui suoi due principali mercati (tessile e automobile). Nel 2008, il gruppo aveva già registrato una perdita di 37 milioni di franchi. Quest'anno il gruppo contabilizzerà costi di ristrutturazione compresi tra 200 e 300 milioni di franchi.

Il fatturato realizzato da Clariant nel 2009 è diminuito del 18% a 6,61 miliardi di franchi; la perdita ammonta a 194 milioni di franchi, ossia 37 in più rispetto al 2008. L'azienda rinuncerà dunque a versare dividendi.

Nel 2009 Clariant aveva già soppresso 3'220 posti, di cui circa 200 in Svizzera. Alla fine dell'anno scorso il gruppo contava ancora oltre 17'500 persone, contro 20'100 del 2008. In Svizzera gli impiegati erano circa 1'200.

Sempre martedì, il sindacato Unia ha criticato la strategia attuata dai dirigenti della Clariant, auspicando un intervento delle autorità in difesa della piazza industriale elvetica.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.