Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

In vista un nuovo contratto collettivo per i piloti regionali

Per migliori condizioni di lavoro gli ex piloti Crossair avevano incrociato le braccia in settembre

(Keystone)

La compagnia aerea Swiss propone agli ex piloti Crossair un nuovo contratto collettivo per il 2007. Per il nuovo CCL i piloti avevano scioperato in settembre.

Swiss fa anche un regalo di Natale di 2000 franchi ai propri impiegati, come ringraziamento per il contributo dato al risanamento della compagnia.

Soluzione in vista per il conflitto tra Swiss e i piloti ex Crossair. La compagnia aerea e il Sindacato della comunicazione hanno raggiunto un'intesa di massima su un nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) per i piloti dei Jumbolino.

Per Swiss Pilots non si può invece ancora parlare di un successo importante nello svolgimento dei negoziati: per Swiss Pilots infatti la compagnia aerea Swiss nel suo comunicato ha presentato la situazione in modo "falso".

Sindacato prudente

Il Sindacato della comunicazione sostiene la Swiss Pilots Association (SPA), che raggruppa i piloti dei collegamenti regionali di Swiss. Ai colloqui avvenuti domenica hanno preso parte Christoph Franz, Ceo di Swiss, Harry Hohmeister, responsabile della rete di collegamenti, Christian Levrat e Giorgio Pardini, rispettivamente presidente e vicepresidente del Sindacato della comunicazione.

Ma l'assenza di rappresentanti di piloti ex Crossair ed ex Swissair al tavolo negoziale è stata importante, ha detto Pardini. Le trattative per definire i dettagli del nuovo CCL proseguiranno il 18 dicembre, ed esso dovrebbe entrare in vigore a inizio gennaio.

Con il nuovo CCL il Sindacato della comunicazione/SPA rappresenterà gli interessi dei piloti regionali di Swiss. Per il sindacato, Pardini si è però detto prudente. I negoziati tra i piloti regionali e l'aviolinea erano terminati con esito negativo lo scorso 24 novembre. Quindi i salari per l'anno venturo dei piloti ex Crossair erano stati adeguati in modo unilaterale da parte dei vertici.

La scorsa estate Swiss aveva negato a Swiss Pilots lo statuto di partner sociale, dopo che era venuto alla luce che due membri dell'allora comitato direttivo avevano falsificato i risultati di una votazione sul CCL. A fine ottobre poi un'assemblea generale straordinaria di Swiss Pilots aveva deciso di diventare partner del Sindacato della Comunicazione e di avviare negoziati per un'adesione.

Gratificazione

Lunedì Swiss ha anche comunicato che quest'anno verserà 2000 franchi a titolo di gratifica unica a tutto il personale dell'aviolinea, esclusi i quadri. La compagnia aerea intende in questo modo ringraziare il personale "per il contributo" prestato al fine di rimettere in sesto la società.

"Il risanamento degli ultimi anni è stato un processo doloroso, che ha provocato la cancellazione di diversi posti di lavoro. Le misure prese dalla compagnia si sono comunque rivelate efficaci, e ciò in tempi più brevi del previsto", ha precisato in un comunicato la società, controllata da Lufthansa.

Per la prima volta dal decollo di Swiss, nel 2002, in seguito al dissesto di Swissair, il gruppo sta creando nuovi impieghi (circa 500 posti nel personale navigante).

swissinfo e agenzie

In breve

Nell'agosto del 2005, sei mesi dopo il rilevamento di Swiss da parte di Lufthansa, la compagnia aerea ridimensiona la sua flotta regionale, la ex Crossair. Nell'ottobre 2005 Swiss crea la compagnia Swiss European, una nuova flotta regionale esterna a Swiss.

Nel dicembre 2005 Swiss e i piloti della compagnia regionale si accordano sull'inizio di negoziati per la nuova convenzione collettiva di lavoro.

Nel marzo del 2006 i piloti approvano l'accordo negoziato tra Swiss e il sindacato Swiss Pilots, che ritocca verso il basso i salari.

In assenza di una convenzione collettiva, da inizio aprile sono in vigore dei contratti individuali le cui condizioni sono peggiori rispetto a quelle di cui beneficiano gli altri piloti della compagnia.

Per l'introduzione di un nuovo contratto collettivo di lavoro, 78 piloti dei voli europei Avro di Swiss avevano scioperato per un giorno, il 26 settembre 2006.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

Swiss è nata nell'aprile del 2002 dalle ceneri di Swissair.

Oggi è una filiale del gruppo Lufthansa. Nel 2006 gli utili, ai primi nove mesi, sono stati di 174 milioni di franchi.

L'anno scorso nello stesso periodo Swiss registrava una perdita di 81 milioni.

A fine settembre occupava 6342 collaboratori, di cui 5485 in Svizzera.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×