Attacco a colpi di frappé da parte di estremisti di sinistra a Roger Köppel, caporedattore del settimanale Weltwoche e consigliere nazionale (UDC/ZH), nonché a Christoph Mörgeli, commentatore per la stessa testata ed ex consigliere nazionale (pure UDC/ZH).

I due si trovavano in un locale alternativo di Zurigo per una tradizionale seduta di redazione. "Mercoledì a mezzogiorno Mörgeli, Köppel e la sua redazione sono stati cacciati da arrabbiati avventori antirazzisti dal caffè Züri Sphères di Zurigo, facendo uso di frappé", scrive sul suo profilo Instagram il gruppo Revolutionäre Jugend Zürich (RJZ). Sulla stessa rete sociale viene pubblicato anche un video in cui si vede una persona non identificabile che gettata una bevanda sul viso di Mörgeli, che da parte sua è seduto e consuma un'insalata. "Una pioggia di frullati ha fatto capire ai due esponenti di punta dell'UDC che non vengono tollerati e che non possono apparire dove vogliono senza che vi sia resistenza".

Stando a quanto riferisce il portale Watson, Köppel e Mörgeli non si sono finora espressi pubblicamente su quanto successo. Lo ha fatto però nel frattempo un altro redattore della Weltwoche, Alex Baur. "La teppaglia di estrema sinistra ha reso pubblico il perfido e codardo attacco contro la Weltwoche e la libertà di stampa, dopo che non avevamo fatto loro il piacere di farlo noi", scrive il giornalista su Twitter. "Cosa seguirà adesso? L'incendio della redazione della Weltwoche?", si chiede il 58enne, molto noto per le sue inchieste.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.