Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il principe ereditario Alois del Liechtenstein

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Il principe ereditario Alois del Liechtenstein ritiene che la monarchia non sia un modello superato.

In un'intervista alla "Südostschweiz" e alla "Schweiz am Wochenende" il principe afferma che il sistema monarchico presenta pure vantaggi rispetto al modello repubblicano: porta stabilità, continuità e favorisce un percorso politico di lungo periodo. Il capo dello stato infatti non ha bisogno di essere rieletto ogni quattro o cinque anni e non deve nemmeno orientare la sua politica in funzione degli ultimi sondaggi di opinione.

Secondo il principe Alois, gli abitanti del Liechtenstein sono soddisfatti dell'attuale ordinamento dello Stato. Il Liechtenstein, afferma, è una miscela di monarchia e democrazia diretta. Il popolo può sfiduciare il principe in votazione popolare e persino abolire il sistema monarchico.

Il sostegno a questa forma di governo, afferma ancora il principe ereditario, si deve anche al fatto che molte persone sono disgustate da politiche di breve termine caratterizzate da decisioni partitiche e populistiche: "in tempi di profondi cambiamenti e di insicurezza la gente cerca valori stabili e orientamenti di lungo corso".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS