Riciclaggio: un altro giurista lascia l'Autorità di sorveglianza

Peter Siegenthaler, direttore dell'Amministrazione delle finanze, ha annunciato mercoledì l'adozione di una serie di provvedimenti per migliorare l'operato dell'Autorità di controllo Keystone

Non è ancora finita l'emorragia di funzionari dall'Autorità di controllo per la lotta contro il riciclaggio al Dipartimento federale delle finanze (DFF). un quinto giurista, su sei, ha gettato la spugna. L'annuncio della partenza reso noto giovedì.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2000 - 19:04

Dopo queste dimissioni, confermate dal portavoce del DFF Dieter Leutwyler, nell'Autorità rimangono un solo giurista e due segretarie. «A parte le ragioni personali che spingono i nostri giuristi a partire, ricordiamo che siamo sommersi di lavoro, con 550 pratiche in sospeso. E il settore privato offre salari con cui non possiamo competere», ha commentato il portavoce.

Mercoledì, il direttore dell'Amministrazione delle finanze Peter Siegenthaler aveva presentato a Berna una serie di provvedimenti atti a migliorare l'operato dell'ufficio in questione. Misure che vanno dal rafforzamento degli effettivi all'istituzione di una task force.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo