Navigation

Malaria: promettente vaccino svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2011 - 16:58
(Keystone-ATS)

Un vaccino contro la malaria sviluppato da scienziati svizzeri ha dato risultati molto promettenti in fase di prova su una cinquantina volontari sani in Tanzania. Attualmente per combattere il paludismo non esiste alcun vaccino sul mercato ma solo farmaci atti ad una terapia sui malati e in parte alla prevenzione.

Nel migliore dei casi il nuovo preparato, costituito da due peptidi sintetici, potrebbe essere sottoposto a studio clinico fra tre anni e arrivare sul mercato nel 2019, ha detto all'ats il professor Blaise Genton, dell'Istituto tropicale e di sanità pubblica svizzero (Swiss TPH), di Basilea.

Uno studio pubblicato oggi on line dalla rivista scientifica americana "PLoS ONE" riferisce che nella prima fase di prova su volontari il nuovo vaccino ha protetto la metà delle "cavie" (40 bambini e 10 adulti) dagli attacchi di malaria. E, secondo un portavoce dello Swiss TPH, questo tasso può essere nettamente migliorato. Mymetics Corporation, la società che detiene i diritti sulla sostanza attiva, la perfezionerà ulteriormente. Per ora un altro vaccino contro la malaria già provato in fase clinica - l'RTS,S - ha raggiunto una riuscita di circa il 40%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?