Navigation

Zurigo: la "Difesa della natura" di Joseph Beuys al "Kunsthaus"

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2011 - 16:21
(Keystone-ATS)

Al "Kunsthaus" di Zurigo è stata inaugurata una mostra che riunisce più di 100 opere dello scultore ed artista d'azione tedesco Joseph Beuys (1921-1986). L'esposizione, intitolata "Difesa della natura", potrà essere visitata fino al al 14 agosto.

Al centro della presentazione si può ammirare "Olivestone", un'imponente opera che "viene esposta per la prima volta nell'ampio contesto in cui è nata", scrivono i responsabili del museo in una nota. Fra il 1973 e il 1985 Beuys soggiornò a più riprese a Bolognano, negli Abruzzi, nella tenuta agricola di proprietà del barone Buby Durini e di sua moglie Lucrezia De Domizio.

Nel paesino abruzzese, l'artista tedesco sviluppò diversi "progetti artistico-politico-ecologico-umanitari". Le testimonnanze delle sue attività sono state interamente conservate e sono riunite nella mostra di Zurigo.

L'opera centrale dell'esposizione, "Oliverstone", è stata donata nel 1992 dai coniugi Durini al "Kunsthaus". Essa si compone di cinque vasche di pietra dell'inizio del XVIII secolo, che l'artista aveva scelto a Palazzo Durini, e che si possono ora rivedere circondate da molti altri lavori nel contesto della loro genesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.