UBS: utile netto in aumento del 73 percento nel terzo trimestre

logo Keystone

L'UBS ha realizzato nel terzo trimestre 2000 un utile netto, dopo le imposte e le quote di minoranza, di 2,075 miliardi di franchi. La crescita è stata del 73 percento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2000 - 12:26

L'utile netto del terzo trimestre è leggermente inferiore alla performance del secondo (2,207 miliardi). Il risultato netto tra inizio gennaio e fine settembre, pari a 6,498 miliardi di franchi (al netto degli accantonamenti unici del secondo trimestre), supera già del 39 percento il livello raggiunto nell'intero 1999, indica l'UBS in un comunicato.

Sul piano dei patrimoni gestiti, l'afflusso netto di fondi della clientela ha evidenziato nel trimestre in rassegna un miglioramento: i fondi amministrati a fine settembre erano pari a 1 746 miliardi di franchi, contro 1 711 miliardi a fine giugno.

La grande banca rileva nella nota che le anticipazioni dei risultati del terzo trimestre sono state divulgate allo scopo di assicurare agli azionisti di UBS e di PaineWebber «la massima trasparenza e chiarezza» nella fase conclusiva dell'acquisizione. I dati completi saranno pubblicati il 28 novembre.

«I risultati sono chiaramente superiori alle attese», rileva Susanna Walther, analista finanziaria presso la Bordier & Cie. Gli operatori avevano previsto un risultato netto compreso tra 1,8 e 1,9 miliardi di franchi.

Occorre tuttavia notare che i risultati sono stati trascinati verso l'alto dalla UBS Warburg, aggiunge l'esperta, osservando che un'altra buona notizia è la prograssione dei fondi gestiti.

Christoph Bieri, della Banca del Gottardo, afferma a sua volta che UBS Warburg ha lavorato «molto bene» e che l'aumento dei patrimoni gestiti costituisce una buona sorpresa.

UBS Warburg ha realizzato un utile pretasse di 1,134 miliardi di franchi, il 7 percento in meno del secondo trimestre, ma più del doppio rispetto al periodo corrispondente del 1999. UBS Svizzera ha annunciato un risultato pretasse di 1,35 miliardi di franchi, il 4 percento in meno del secondo trimestre e il 32 percento in più sul terzo trimestre 1999. I patrimoni gestiti da tale divisione sono giunti a 1 147 miliardi a fine settembre, contro 1 122 a fine giugno; la crescita è dovuta quasi unicamente al «private banking»: i fondi sono passati da 683 a 707 miliardi di franchi.

Il mercato ha accolto favorevolmente i dati odierni: alle ore 11.30 l'azione UBS era in aumento del 3,67 percento su un mercato in rialzo dello 0,36 percento.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo