Villiger: introiti della vendita azioni Swisscom per rimborsare il debito pubblico

Il ministro delle finanze Villiger propone di utilizzare i proventi della vendita delle azioni Swisscom per rimborsare il debito pubblico Keystone

I proventi della vendita di azioni Swisscom e della messa all'asta delle licenze UMTS (telefonia mobile) devono servire esclusivamente al rimborso del debito pubblico della Confederazione. Ad affermarlo è il consigliere federale Kaspar Villiger.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2000 - 14:34

Bisogna approfittare dei momenti di alta congiuntura per colmare i disavanzi, ha dichiarato questa sera il ministro delle finanze a Bühlach, dove era l'invitato degli
imprenditori radicali.

«Non si possono semplicemente regalare le eccedenze, perché così l'equiblibrio finanziario non è mai possibile», ha detto il consigliere federale, secondo il testo scritto del discorso distribuito in giornata alla stampa. Il principio secondo cui i guadagni unici e straordinari sono destinati ad assorbire il debito pubblico deve essere messo in pratica senza eccezioni, ha aggiunto il capo del Dipartimento delle finanze.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo