Navigation

La start-up svizzera che vuole rivoluzionare la comunicazione

Come sarebbe se si potessero proiettare le immagini delle persone direttamente nel mondo reale, semplicemente utilizzando uno smartphone? È quello che HoloMe, una start-up svizzera, ritiene sia il futuro della comunicazione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2019 - 14:30

 In vista delle elezioni federaliLink esterno di ottobre, l'ente radiotelevisivo SRG SSR presenta la serie di video #GenerazioneGlobale per illustrare le idee di dieci persone che vogliono cambiare il mondo.

End of insertion

Janosch Amstutz vive a Londra dove ha raccolto il capitale per la sua start-up. Originario di Zugo, in Svizzera, è cresciuto in una comunità hippie in Australia, e spiega che la comunicazione per lui è stato sempre qualcosa di importante e personale.

Amstutz ritiene che la realtà aumentata cambierà il modo in cui utilizziamo la tecnologia. Smetteremo di dover abbassare lo sguardo sul telefono. Più la realtà aumentate entra nel mercato, più la gente vi si abitua e concepisce nuovi modi di sfruttarla. Un esempio su tutti: l'arcinoto videogioco Pokemon GO.

Ma per Amstutz, la realtà aumentata più di un giocattolo divertente – è un punto di svolta per la comunicazione. Immaginate di poter proiettare l'ologramma di una persona davanti a voi. La grande idea alla base di HoloMe è come fare a portare questa tecnologia nella vita di tutti i giorni senza bisogno di costose apparecchiature. Questa è la storia di come lo stanno facendo.

Serie 'Generazione globale':




Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.