Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ammontano a 120 milioni di euro i finanziamenti della Svizzera all'Italia per realizzare gli interventi di adeguamento infrastrutturale sulla parte italiana del corridoio ferroviario di Luino che collega i due Paesi, nell'ambito della rete ad alta velocità Genova-Rotterdam.

La firma della convenzione, a margine della quarta conferenza internazionale Reno Alpi, è avvenuta oggi al Palazzo Ducale di Genova tra Peter Fuglistaler, direttore dell'Ufficio Federale dei Trasporti, e il viceministro italiano delle Infrastrutture Riccardo Nencini.

I lavori interesseranno principalmente tratti in galleria sulla linea ferroviaria tra Luino e Gallarate-Novara con fresatura delle volte e abbassamento dei binari per consentire entro il 2020 il trasporto in treno di semirimorchi fino a quattro metri. I cantieri saranno operativi nella seconda metà del 2016.

Parallelamente Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), realizzerà anche il potenziamento infrastrutturale della linea Chiasso-Milano. La firma odierna segue l'accordo bilaterale siglato il 28 gennaio di quest'anno dal ministro italiano Maurizio Lupi e la consigliera federale Doris Leuthard.

Eventuali superamenti dei spesa non saranno assunti dalla Svizzera, come ha assicurato il Consiglio federale rispondendo a un'interpellanza del consigliere nazionale Fabio Regazzi (PPD/TI).

La Convenzione firmata permette di iniziare la pianificazione e la realizzazione degli ampliamenti. Grazie ad essa, la Svizzera potrà influire sulle modalità di realizzazione, precisare i requisiti tecnici, intervenire nella procedura di appalto e garantire il corretto impiego dei fondi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS