Navigation

Borsa: Europa frena su effetto occupazione Usa, Londra -0,4%

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2011 - 18:55
(Keystone-ATS)

MILANO - Le Borse europee arretrano dai massimi degli ultimi 28 mesi e chiudono in territorio negativo. L'indice Stoxx 600 ha perso infatti lo 0,61%, in scia a Londra che ha lasciato sul terreno lo 0,44%.
Non sono bastate quindi le chiusure positive di Milano (+0,91%), Parigi (+0,75%) e Madrid (+2,67%) a far proseguire la buona intonazione dei mercati del Vecchio Continente, che hanno reagito male ai dati negativi sull'occupazione negli Usa, che a loro volta stanno penalizzando anche Wall Street (Dow Jones -0,14% alle 18:30).
Tra i singoli titoli in calo la Nestlé (-2,98%) dopo che alcuni broker del calibro di Nomura e Bofa Merrill Lynch hanno tagliato il rating sul titolo. Male anche le compagnie aeree, con Air France-Klm che ha perso l'1,5% e la spagnola Iberia il 2%.
Male poi a Londra il colosso della grande distribuzione, Tesco, che ha ceduto ben 4,3 punti percentuali dopo aver annunciato di non aver centrato gli obiettivi sulle vendite nel periodo delle festività natalizie.
A più velocità infine i bancari con Commerzbank che ha perso l'1,8%, mentre le spagnole Santander e Bbva hanno replicato ai maxi-rialzi del giorno precedente crescendo, rispettivamente, del 5,1% e del 6,2%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.