Navigation

Borsa svizzera: mattinata in leggero calo, pesa Nestlé

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2010 - 12:41
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Dopo essere partita in leggero aumento, la Borsa svizzera ha rapidamento virato in negativo e ha continuano ad oscillare tutta la mattinata leggermente sotto la linea di demarcazione su pressione soprattutto di Nestlé. Le altre principali piazze europee sono in attivo. Poco prima delle 11.30 l'indice guida SMI era in ribasso dello 0,06% a 6'800,48 punti, mentre quello allargato SPI a 5912,08 punti (-0,03%).
Oggi saranno resi noti i dati sull'occupazione Usa di febbraio. Tra i titoli in ribasso spicca il peso massimo Nestlé che stamani cede l'1,39%. Gli analisti parlano di realizzi di guadagni dopo gli aumenti degli ultimi giorni. In calo anche Roche (-0,44%) che ieri ha pagato il dividendo.
Sul fronte opposto vanno invece bene CS (+1,72%) e UBS (+1,51%). Il fondo sovrano del Singapore GIC, che aveva partecipato ad un aumento dei capitale UBS, ha convertito le obbligazioni in azioni e detiene ormai oltre il 6% della banca.
Sul mercato allargato c'è da segnalare il calo di Siegfried (-2,66 %) che ha chiuso anche il 2009 in negativo. Il gruppo farmaceutico argoviese è tuttavia riuscito a dimezzare le perdite, che sono state di 35,3 milioni di franchi l'anno scorso, contro i 75 milioni del 2008.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.