Navigation

César: miglior film a "Des Hommes et des Dieux", regia a Polanski

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2011 - 10:16
(Keystone-ATS)

"Des Hommes et des Dieux" di Xavier Beauvois, è il miglior film dell'anno ai premi César, gli oscar francesi. Il dramma dei monaci trucidati in Algeria nel 1996 ha ottenuto l'ambita statuetta, che il regista ha ricevuto dedicandola alla loro memoria e prendendosela con il razzismo e la fobia contro i musulmani.

A Roman Polanski il César per la migliore regista, quella di "The Ghost Writer", un premio che il pubblico ha salutato con una standing ovation.

Sara Forestier è consacrata a sorpresa miglior attrice per "Noms des gens", di Michel Leclerc, che ha avuto anche il César per la miglior sceneggiatura originale.

Sorpresa anche la scelta da parte dell'Académie des Césars di Eric Esmonino come migliore attore per la sua interpretazione del film "Gainsbourg, Vie Heroïque", di Joann Sfar.

"The Social Network" di David Fincher, ha ottenuto il César per il miglior film straniero, mentre il César d'onore in questa 36esima edizione degli Oscar del cinema francese, presieduta da Jodie Foster, è stato attribuito a Quentin Tarantino.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?