Navigation

Crisi: Portogallo; Rehn, situazione molto diversa da Grecia

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 marzo 2012 - 20:10
(Keystone-ATS)

"La situazione del Portogallo è molto diversa da quella della Grecia" ha sottolineato oggi a Lisbona il commissario Ue alle questione economiche, dopo un colloquio di circa un'ora con il premier portoghese Pedro Passos Coelho e con il ministro delle finanze Victor Gaspar.

Per il vicepresidente del "governo" europeo tre aspetti fondamentali distinguono i due paesi: un livello di crisi diverso, un maggiore consenso politico a Lisbona e i buoni risultati conseguiti dal Portogallo nel controllo della spesa pubblica. Rehn, che ha visto a Lisbona anche il presidente della repubblica Anibal Cavaco Sulva e il governatore della Banca centrale Carlos Costa, ha affermato che il Portogallo è "sulla strada giusta" e che già si vedono "segnali positivi", in particolare nel commercio estero, "che sta migliorando", mentre crescono le esportazioni. La riforma del lavoro varata dal governo di Lisbona inoltre, ha affermato, "stimolerà l'economia e il mercato del lavoro".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?